Dungeonology, la spedizione. unboxing e prima partita.

Ciao a tutti, oggi per la rubrica boardgame, voglio parlarvi di Dungeonology, la spedizione. Un gioco pubblicato in Italia da Pendragon e realizzato da Ludus Magnus Studio.

Il gioco ha iniziato la sua carriera sulla piattaforma di crowfunding Kick Starter e già all’epoca mi aveva incuriosito tantissimo. Poi, il fatto che avessi già due KS in corso mi aveva portato a fare delle scelte… e a malincuore avevo rinunciato al gioco.

Ma alla fine, sono riuscito a comprarlo lo stesso. Scattato il dayone, sono andato dal mio negoziante di fiducia e la sera stessa dell’uscita l’ho intavolato.

Ho fatto un rapido unboxing fotografico, perché tutte le produzione KS hanno materiali e componentistica da paura e Dungeonology conferma questa regola.

Aprendo la scatola ci troviamo difronte al corposo manuale di 32 pagine, pieno di immagini colorate e esempi. Le regole sarebbero potute stare in un manuale molto più breve, ma i vari esempi contribuiscono ad aumentarne le pagine.

Sotto il manuale troviamo l’inserto in plastica, termosagomato, coperto da un “coperchio” trasparente. Anche l’occhio vuole la sua parte… e qui se la prende tutta, e di brutto! 🙂

Continuando nella scatola troviamo 5 miniature, belle grandi e dettagliate, tantissime carte, plance di cartone di doppio spessore per permettere l’alloggiamento di cubetti e ruote counter, miniature spassosissime degli aiutanti e tanto altro ancora. Come detto all’inizio, si vede che Dungeonology nasce da un KS e non risparmia nulla sui materiali.

Alcune delle miniature contenute nella scatola base.

Dopo questa esaltazione iniziale (e qualche NERD mi può capire 🙂 ) decido di allestire il tabellone come da setup e leggere le regole. Il manuale inizialmente può scoraggiare… 32 pagine non sono poche, ma guardandolo meglio ci si accorge che molto spazio è occupato da esempi e illustrazioni. Nonostante questo, richiede un pò di tempo per essere letto, ma alla fine, lascia pochi dubbi sulle regole.

Ma il gioco com’ è? Come detto precedentemente ho all’attivo solo una partita e quindi parlerò delle mie impressioni.

N° di giocatori da 2 a 4 (ma prevedo che con le espansioni future sia ampliato), durata 90 minuti età consigliata 14+. Ampia presenza di testo in italiano.

Una panoramica della componentistica.

Dungeonology ha una grafica “fumettosa” scanzonata, utilizza un linguaggio “easy” e tematiche ironiche e questo può in un certo modo portare fuori pista. Il gioco richiede una certa quantità di impegno e pianificazione. Le stesse regole da imparare richiedono un attenzione iniziale che può scoraggiare i più babbani. Sicuramente non è un entry level, ma un gioco per chi cerca una sfida leggermente più complicata.

La plancia del giocatore. . Lungo le colonne colorate potet inserire i “cubetti” delle ricerche che eseguite.

Ci sono meccaniche molto “dinamiche” come la possibilità di giocare carte contro gli avversari, di rubare assistenti, rubare “cubetti”, troviamo interazione diretta di quella “cattivella” che ti permette di mettere il bastone fra le ruote agli avversari poco prima che arrivino all’obbiettivo.

Dopo la prima partita, sono rimasto soddisfatto del prodotto, così anche gli altri tre giocatori. Spero di riuscire a intavolarlo nuovamente il prima possibile, perché nella prima partita sono riuscito a “organizzare una strategia” solo verso la fine.

Alcune delle tante (forse è meglio dire tantissime) carte del gioco.

Cos’altro posso dire. Nel manuale base si fa ampio riferimento a “espansioni” cosa scontata essendo un gioco KS. Il pubblico dei giocatori si divide davanti a questa tematica, io personalmente sono sempre a favore di espansioni che arricchiscono il gioco. Ad ognuno, poi spetta la scelta se acquistarle o meno. Dopo la prima partita mi sono andato a vedere tutta la campagna KS per vedere cosa ci sarà nelle espansioni 🙂 .

Alcuni tile su cui potremo muoverci per eseguire le nostre ricerche.

Il mio giudizio finale è più che positivo. Dungeonology è un bel gioco, con ottimi materiali e grafica. Buona giocabilità e difficoltà media. Attenzione a non considerarlo un party game, per via della grafica fumettosa.

Ciao a tutti e a presto. Fabio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *