Evolution Pulse: Valhalla rising

Ciao a tutti e bentornati sulle pagine del blog di Torre Nera. Come annunciato qualche tempo fa, ho ricevuto in anteprima due manuali di gioco di ruolo, dalla prolifica casa “Black Box” basati sul sistema FATE importato da Dreamlord Press. Settimana scorsa avete letto la mia recensione di Pataphysic Wander, (la potete trovare qui), mente oggi potete leggere quella di Valhalla Rising, 2° espansione per la fortunatissima ambientazione di Evolution Pulse.

Ringrazio i ragazzi di Black Box ,Daniel Comerci e Alberto Tronchi per avermi fornito in anteprima i manuali.

E ora iniziamo a sfogliare il manuale.

Daniel, conferma il suo stile che è diventato un tratto distintivo di Evolution Pulse

Valhalla Rising mantiene il look  dei precedenti Evolution Pulse. Lo stile grafico delle illustrazioni, della copertina e dell’impaginazione,  dato da Daniel Comerci  è diventato un “marchio” della serie al pari degli Hekat e dei Server IA.  Come sempre il manuale è “pieno zeppo” 🙂 di illustrazioni che variano da ritratti di personaggi più o meno mutati a paesaggi tratteggiati in bianco e nero. Un vero piacere per gli occhi. Ormai mi sono talmente affezionato alla serie Evolution Pulse che ogni manuale che esce è un “MUST HAVE” ancora meglio se riesco a farlo autografare da Daniel 😉 .

Ok veniamo al comparto “contenuti”. Come riportato in 4 copertina  nel manuale troveremo:

Tre nuovi Server dettagliatamente descritti, con ambientazioni, logica di azione, e numerosi spunti per svolgere nuove campagne.

Due nuovi archetipi completi, i Synir i figli sintetici di Valhalla pronti ad eplorare il mondo. Un Synir non è altro che una copia sintetica di un essere umano, un umano 2.0. Ogni Synir è completamente “cybernetico” costruito, “finto”. Possiede software che gli fanno provare emozioni ma sono comunque solo “input” elettrici.  Ogni Synir sà di essere “finto” e come un bambino, si rivolge al mondo, curioso e al contempo timoroso di provare emozioni e comprenderle. Gli Einheriar invece sono il secondo archetipo introdotto, sono esseri umani potenziati da nanomacchine che gli permettono di avere capacità al disopra delle possibilità umane. Tutto bellissimo, se non fosse che queste nanomacchine possono degenerare e portare un Einheriar a mutare e a trasfomrarsi in un abominio.

Il clan dei Krigan, che vi permetterà di cambiare “il punto di vista” con cui giocate Evolution Pulse. In questo caso non giocherete più solo un personaggio (o un piccolo gruppo come accadeva per i Lost) ma gestirete una comunità vera e propria composta da diversi personaggi. Ogni Krigan della comunità è un personaggio molto diverso dai soliti interpretati. Giocando un clan Krigan ci si potrà maggiormente concentrate sul gioco di ruolo e su le interazioni dei personaggi.

Veramente di impatto queste illustrazioni a figura intera.

Un sistema di schede e schemi con lo scopo di creare un “agenda”, un diario dell’avventura, che aiuterà il GM ha tenere traccia delle vicissitudini che i giocatori vivono durante le sessioni. Interessante l’aspetto che permette di tenere traccia delle modifiche delle relazioni fra PG e PNG e fra PNG e PNG. Un GM appassionato può letteralmente creare un mondo alternativo con questo nuovo sistema di schede e schemi.

Ultima cosa,  nella sezione “Tales from the dark world” potremo trovare una quantità corposa di PNG, mostri, varianti di Hekat, luogi e oggetti da inserire nelle nostre campagne.  Ne volete un assaggio? Di seguito alcune righe dei contenuti aggiuntivi che ho apprezzato maggiormente:

“I Baikal una particolare comunità di LostH e Obscura, che si sono adattati alla durissima vita di quello che una volta era il Circolo polare artico. I Baikal hanno una profonda coscienza interiore e osservano la vita con gelido distacco e sono, forse, l’unica vera comunità che abbia davvero accettato ciò che il mondo è
diventato.”

il Corvo, un nuovo inquietante Hekat

“In molti conoscono la leggenda della stanza vuota, una piccola salacon un unico terminale al suo interno. Chi è stato all’interno della stanza e ha guardato il misterioso terminale non ha mai raccontato a nessuno ciò che ha visto, se non raccomandarsi a chiunque di stare lontano da quel posto maledetto. Corrono voci che, durante un’epurazione del settore, un’intera squadra di Hyonos abbia messo in agenda la distruzione della stanza vuota, per poi scomparire poco dopo l’inizio della missione. Nessuno sa davvero perché esista questo luogo, l’unica cosa certa è che guardare quel terminale apre le porte a qualcosa che sconvolgerà per sempre, nel bene o nel male, la tua vita.”

Cosa altro posso dire di questo manuale? Sicuramente che come ormai Black Box ci ha abituato si tratta di un prodotto editoriale INDIE di alto livello, una pubblicazione che non ha nulla da invidiare a quanto può uscire da canali più blasonati.

Ciao a tutti e a presto per un altro articolo… chi di voi sarà a Lucca c&g? Io ci sarà per tre giorni, se ci siete anche voi contattatemi, magari ci facciamo due chiacchiere 😉

Un commento su “Evolution Pulse: Valhalla rising”

  1. Uau gran bella notizia non ne sapevo nulla della 2′ usciTa di Evo. Grazie x l’info a lucca passo a trovarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *